Cinquecento nuovi alberi messi a dimora nel territorio di Bauladu in cinque anni

Cinquecento nuovi alberi messi a dimora  nel territorio di Bauladu in cinque anni
Cinquecento nuovi alberi piantumati nel territorio di Bauladu in cinque anni, grazie alla collaborazione tra Comune di Bauladu, Agenzia Forestas, Consulta Giovani e Scuola dell’Infanzia Santissima Vergine della Misericordia di Bauladu.

Tra il 2012 ed il 2016, ogni anno, in occasione della Festa degli Alberi, cento nuove piante sono state messe a dimora tra il parco comunale di Tzinnuri e il centro abitato del paese.

Il progetto, nato su proposta della Consulta Giovani Bauladu per il ‘Du Bauladu Music Festival, mira a compensare simbolicamente le emissioni di anidride carbonica associate ai consumi dell’evento che da otto anni si svolge nella comunità dell’Alto Oristanese nel mese di luglio, rispettando l’impegno assunto per un evento a basso impatto ambientale.

Il 21 novembre, come da tradizione, 50 piante di leccio e 50 piante di sughera messe a disposizione dall’Agenzia Forestas, sono state piantumate dagli alunni della Scuola dell’Infanzia Evaristiana di Bauladu, che assumono l’impegno di prendersi cura dell’albero fino a quando diverranno robusti e potranno crescere da soli.

«Mettere a dimora un albero, pur nella semplicità del gesto, è uno degli atti più ricchi di speranza che si possano offrire ai bambini. Significa mettere radici, avere cura dello spazio che viviamo, rispettare i tempi della natura e contribuire al futuro della propria comunità e dell’intero mondo. L’Amministrazione Comunale di Bauladu investe nella qualità ambientale e sulla vivibilità del paese, confermando la tutela del territorio come linea strategica del proprio mandato elettorale».